RABITE BUS E IL CINEMA

Rabite BUS  rinnova il suo impegno con il territorio e la cultura:  si conferma annualmente accanto al Lucania Film Festival come partner tecnico ufficiale. Il LFF è un festival internazionale di cinema (di cortometraggi e lungometraggi) tra i primi nati in Basilicata, che si tiene dal 10 al 13 agosto a Pisticci sulla Costa Jonica (Matera), e che quest’anno si prepara verso la XVI edizione. Numerosi e significativi gli artisti che hanno lasciato la propria impronta al Lucania Film Festival: Alessandro Haber, Emir Kusturica, Monica Bellucci, Sergio Rubini, Riccardo Scamarcio insieme a tante altre personalità del mondo della cultura in genere. L’evento si distingue per la qualità delle opere selezionate, di provenienza internazionale, meritandosi un posto di rilievo nello scenario del cortometraggio. Si caratterizza, soprattutto,  per la sua forte dimensione territoriale che volge lo sguardo verso il globale, tanto da definirsi “festival dei luoghi e delle persone”,  in cui lo il confronto tra gli ospiti e il pubblico è diretto e avviene nella genuinità delle situazioni informali. Il LFF è un appuntamento atteso per chi vive il territorio durante l’anno, per gli addetti ai lavori e aspiranti tali,  per chi è di passaggio e intende scoprire meravigliose atmosfere create da uniche sale cinematografiche sotto le stelle, nella cornice di uno dei più affascinanti borghi del Sud Italia, a Pisticci.


CINETOUR

In collaborazione con Lucania Film Festival e Lucana Film Commission l’azienda ha lavorato alla realizzazione di itinerari turistici su set cinematografici.

VEDI REPORT CINETOUR

Invasioni digitali

Invasioni digitali: fotografiamo porte, usci e finestre di Tursi e della Rabatana per offrire una vista nuova del nostro borgo

La presenza degli studenti, dell’IC Via Aretusa di Roma, ha reso invasioni digitali a Tursi una manifestazione didattica e formativa.

Più di cento ragazzi romani a spasso nel centro storico di Tursi, la Rabatana.

La chiesa di Santa Maria Maggiore è stata la prima tappa della visita guidata lungo le piccole viuzze e le terrazze naturali del centro storico di Tursi. Ogni angolo, ogni porta e ogni finestra sono un racconto di vita pieno di ricordi e nostalgia dei tempi andati, che solo la poesia può riportare in vita. Il percorso a piedi ha previsto delle brevi soste per permettere al poeta tursitano Rocco Campese e all’organizzatrice delle invasioni digitali Carmela Rabite di recitare versi in dialetto e rievocare con la musicalità delle parole la bellezza del posto.

Porte e finestre di Tursi: uno sguardo particolare sul mondo attraverso le invasioni digitali

Il piccolo borgo di Tursi, con il suo centro storico, la Rabatana, offre uno scorcio particolarissimo, così come è affacciato sul dirupo scosceso del calanco di tufo che lo sostiene. Le tante porte e finestre delle antiche dimore del centro inerpicato sul tufo sono scorci privilegiati e immagini caratteristiche della vita che un tempo abitava i vecchi borghi. Grazie a invasioni digitali si vuole “bussare” alle porte  e alle finestre del borgo antico, per riportare in vita gli interni diroccati e godere degli scorci paesaggistici che offrono.  Ogni uscio, ogni finestra e ogni porta, quando aperte, rivelano scorci e suggestioni particolari, in una caleidoscopica varietà di paesaggi e nature circostanti. Grazie ad invasioni digitali vogliamo riaprire le porte per il mondo antico ed affacciarci ai balconi e alle terrazze naturali che caratterizzano ogni borgo antico, così come il sapiente e paziente lavoro dell’uomo ha saputo creare nel corso dei secoli. Il nostro vuole essere un tentativo per approcciare la realtà storica, artistica e paesaggistica del centro storico da un’altra prospettiva, da un altro modo di vedere, magari lontano dalla classica visita guidata, ma sicuramente più vicino alla bellezza intrinseca del nostro borgo. La nostra idea è quella di coinvolgere il gruppo di invasori nella ricerca dello scorcio più caratteristico, dello sguardo più inusuale e dello scatto più originale per creare un diario digitale di Tursi e della Rabatana che sappia far rivivere, almeno per questi brevi istanti, un paesaggio naturale e una realtà storica forse da troppo tempo abbandonata a se stessa. Per partecipare con noi all’invasione digitale assicurati uno smartphone e contattaci per mail all’indirizzo info@rabite.it o al numero 0835533012 e il nostro staff ti fornirà tutte le informazioni.

Rabite Servizi Turistici è un’azienda di noleggio autobus da più di cinquant’anni, che da sempre lavora in prima linea per le attività a favore del patrimonio culturale e artistico del proprio territorio. Lavoriamo nel turismo e accompagniamo i viaggiatori di tutto il mondo alla scoperta delle bellezze paesaggistiche italiane. Invasioni digitali rappresenta per la nostra azienda la possibilità di condividere con il web l’amore profondo che ci lega al nostro territorio, promuovendo i valori e le tipicità che caratterizzano da sempre il nostro territorio.

Aiutaci ad aprire gli usci, le porte e le finestre della Rabatana e #liberiamolacultura. Invadiamo le antiche dimore, le strade e le terrazze del piccolo borgo e condividiamo con l’hashtag #invasionidigitali. Tutti gli scatti dell’iniziativa saranno ritwittati sul profilo @RabiteViaggi.

Per visualizzare le foto dell’evento clicca qui

Sam_M’chè

“… vègn’ a v’dénu balcunell’  ch’ dui’ raiofu’ na vót’ c_ér’ na uagn’nèll’ avit’ dui’ òcchi’ nivr’  e tand’ bèll’. Ma mó quillu balcón’  é sèmb chius’ é i raiofu’ stèn ammusciann’, fors sap’n’  ca nnu_èta turnè cchiù…”

Rocco Campese “… E più non venne notte” – 1978

Negroamaro Wine Festival

Il Negroamaro Wine Festival dal 05 al 09 Giugno 2015, la celebrazione dell’ eccellenza vinicola pugliese

Il 6 giugno a Brindisi per il Negroamaro Wine Festival, trionfo del gusto e dei sapori della Puglia.

 

Il Negroamaro Wine Festival: sapori, musica, qualità e innovazione nel cuore di una città che in cinque giorni si trasforma e racconta il suo entusiasmo attraverso il vino, il vero protagonista all’insegna di una scoperta di valori e tradizioni legate alla cultura salentina. Tecnologia innovazione e marketing per dar vita ad una grande kermesse, un’ imponete manifestazione come opportunità di promozione del territorio grazie all’enoturismo. 200 stand, 7 wine bar, 7 palchi per concerti, convegni tematici, incontri e degustazioni, un totale di 20.000 metri quadri di area espositiva nel cuore del centro storico di Brindisi.  La cinque giorni ideata per degustare il meglio delle cantine e delle tradizioni culinarie non solo pugliesi.

Il vino resta il vero protagonista per il visitatore che passeggiando tra gli stand avrà l’occasione di ammirare le bellezze dei monumenti, dei palazzi e delle strade del centro storico di Brindisi e del suo Lungomare. L’intento della manifestazione è quello di raccontare il territorio con le sue produzioni e le sue eccellenze e di trasferire i saperi che caratterizzano ogni prodotto e la sua tipicità. Il Negroamaro Wine Festival cerca di proiettare un intero settore di produzione, quello della viticultura pugliese, in una dimensione internazionale, riscuotendo anno dopo anno grande successo e grandi consensi da tutti i visitatori. Il Negroamaro Wine Festival  rappresenta per questo l’occasione per i visitatori di scoprire i sapori della Puglia, sapientemente guidati da famosi Chef e Sommelier, che racconteranno ed illustreranno i sapori del Mediterraneo. Durante la cinque giorni brindisina sarà possibile riscoprire il piacere di mangiare passeggiando per strada e degustare il meglio della produzione vinicola italiana, avvolti e accompagnati da buona musica e dalle calde serate salentine.

Il Negroamaro Wine Festival rappresenta per il made in Puglia la concretizzazione della simbiosi di fatto tra enogastronomia e turismo, che tanto piace ai turisti stranieri, per una manifestazione vincente in grado di coniugare la vocazione turistica del Salento con l’anima produttiva più autentica di tutta la Puglia.

Negroamaro Wine Festival is an exclusive occasion where all the best Apulia wine producers share their products and their excellences in a very special location: Brindisi. The finest wines of the entire region and the hautest gastronomie meet togheter to offer a great symbiosis of tastes and fragrances, in the unique athmosfhere of Salento. Carved by hot marine wind, Salento is a renowned area of selected vinegards that produce extraordinary wines: rosè, white and red wines that visitors can taste walking along the seafront after a traditional recipes dinner.

Wine and Food Tour in Bus

Gli itinerari del gusto e dei sapori sono un’occasione per tutti gli appassionati di scoprire le tipicità enogastronomiche del territorio. L’unicità del viaggio passa attraverso i sapori, i profumi e gli aromi tipici di tutto un territorio convogliando insieme esperienze e sensazioni tra loro diversissime. Attraverso la formula del The wine and Food tour  un appassionato di vini può scegliere di condividere con altri estimatori la sua conoscenza e la sua passione per il vino. Con la scelta del viaggio in autobus si può ritagliare l’itinerario in base ai “gusti” di tutti i componenti del gruppo, si condivide l’esperienza con altri appassionati e si creano gruppi di acquisto responsabili e consapevoli del prodotto. Gli itinerari enogastronomici permettono al viaggiatore di entrare in contatto con tutte le fasi di produzione e di lavorazione che stanno dietro al prodotto. Degustare in loco costituisce l’occasione per assaporare il vino lì dove viene coltivato e preparato, nel suo territorio, con i suoi aromi e le sue fragranze tipiche.

CARNEVALE DI PUTIGNANO

[vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_empty_space height=”32px”][vc_column_text]

Il Carnevale di Putignano, una tappa fondamentale per visitare e lasciarsi incantare dalla Puglia anche d’inverno.

Anche quest’anno i nostri autobus hanno accompagnato gli affezionati lucani al Carnevale di Putignano.

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”10px”][vc_column_text]Il più antico Carnevale d’Europa affonda le sue radici nel lontano Trecento quando le reliquie di Santo Stefano vennero trasferite da Monopoli a Putignano per difenderle dalle razzie dei Saraceni. La grande festa del Carnevale si apre così tutti gli anni il 26 dicembre coinvolgendo anche i contadini, che erano abitualmente assorti nel lavoro dei campi. La tradizione narra che durante la processione che accompagnava il Santo a Putignano, i contadini dediti all’innesto della vite, lasciarono il lavoro dei campi e seguirono la processione dando vita ad uno spettacolo di versi, satire e scherzi in vernacolo, canti, balli e sfottò in rima baciata. Nasceva in quel momento il caratteristico spettacolo del Carnevale di Putignano, Le Propaggini.  E’, però, a partire dal 17 gennaio, con la festa di S. Antonio Abate, che il Carnevale entra nel vivo. Da questa data, e fino all’ultima sfilata dei carri allegorici, ogni Giovedì si susseguono le ormai celebri sfilate. La più grande attrattiva del Carnevale sono i carri di cartapesta: giganti che raggiungono i sette metri di altezza sapientemente realizzati dai maestri cartapestai. I carri hanno notoriamente significato allegorico e satirico e rappresentano i personaggi più noti del mondo della politica e dello spettacolo più in generale. Come da anni, ormai, la sfilata più importante si tiene la sera del Martedì Grasso quando il tutto si conclude con il tradizionale funerale del carnevale.

Il Carnevale di Putignano rientra nel Progetto Strategico I.C.E. (Innovation, Culture and Creativity for a new Economy), che mira allo sviluppo dell’industria della creatività pugliese in termini di innovazione, turismo e crescita del territorio.

Appuntamento abituale della nostra azienda, anche quest’anno i nostri autobus hanno accompagnato i visitatori al celebre Carnevale di Putignano, proseguendo al ritorno per i celebri trulli di Alberobello.

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_facebook type=”standard”][vc_flickr count=”9″ type=”user” display=”latest”][vc_pinterest][vc_tweetmeme type=”horizontal”][/vc_column][/vc_row][vc_row row_style=”container” imgparallax=”no” srcparallax=”” filter=”none”][vc_column width=”1/1″][vc_empty_space height=”30px”][/vc_column][/vc_row]

Rabite per la Fondazione Pediatrica di Kimbondo

Fondazione Pediatrica di Kimbondo in Congo: l’azienda Rabite sostiene ormai da anni iniziative volte a sostenere i progetti di Laura Perna e di Padre Hugo.

La Pediatria di Kimbondo, si trova a Mont N’Gafula a 36 Km da Kinshasa nella Repubblica Democratica del Congo. E’ stata fondata anni fa dal missionario cileno Padre Hugo Rios e dalla dottoressa italiana Laura Perna.Laura Perna, classe 1919, ricercatrice scientifica e direttore dell’Istituto di clinica della turbercolosi e malattie dell’apparato resiratorio, decide all’età di 65 anni, una volta andata in pensione di trasferirsi in Congo e dare vita insieme a Padre Hugo alla realtà di Kimbondo. La realtà di Kimbondo, in Congo, rappresenta una speranza per centinaia di bambini, offrendo loro assistenza, cura, istruzione e la possibilità di apprendere un mestiere.La nostra azienda, molto sensibile a tematiche riguardanti la solidarietà sociale, sostiene da alcuni anni le attività della Pédiatrie de Kimbondo, nella Repubblica Democratica del Congo, con una serie di azioni e donazioni per sostenere i progetti di Laura Perna e Padre Hugo.

Ogni anno l’azienda Rabite investe nello sviluppo e nella crescita di territori sfortunati e, come ogni anno, contribuisce direttamente al mantenimento delle maman che accudiscono i piccoli nel reparto di neonatologia. L’azienda contribuisce a sostenere la struttura di Kimbondo, che con l’aiuto delle stesse donne efricane garantisce cura e istruzione ad oltre 650 bambini abbandonati dalle loro famiglie.

Grazie all’opera di Padre Hugo Rios, un pediatra e missionario di origine cilena, si sta cercando di creare strutture in grado di coprire un’area di oltre 300 mila abitanti e riuscire così ad offrire cure ed assistenza agli abitanti di un’area del Congo dove è ancora troppo facile morire.
Per saperne di più, clicca qui.

Aiutaci anche tu a sostenere Padre Hugo ed i suoi bambini. La Pédiatrie de Kimbondo è un’oasi di pace in una terra martoriata e troppe volte abbandonata a se stessa. Con il tuo sostegno aiuterai una realtà impegnata da sempre a sostegno dei più deboli e indifesi.